Machete

di emilz

Robert Rodriguez è un folle dietro a una macchina da presa, ma lo dico in senso positivo, perché riesce a fare delle cose straordinarie con pochi mezzi, ma con risultati sempre soddisfacenti. Che era una super boiata lo sapevamo tutti, ma era proprio questo il patto con il pubblico, l’esagerazione di alcune scene sono esasperanti ma non ci si annoia mai, perché Rodriguez riesce a intrattenere strappandoti più di una risata. Ci è scappata anche qualche piccola citazione all’amico Quentin Tarantino, tipo l’entrata dei Killer all’interno della chiesa, con in sottofondo una musica che canta l’Ave Maria. Scena molto bella. Un pò pasticciato il finale, mi aspettavo un combattimento migliore tra Machete e Steven Seagal, ma vabbè. In finale un film divertente per niente squallido, che racconta anche qualcosa sulla giustizia.

Annunci