A Game of Thrones 1×03 Lord Snow

di emilz

Rischio Spoiler. Allerta, rischio Spoiler!

Il cambio di regia in questo terzo episodio “Brian Kirk” prende il posto di “Timothy Van Patten” che aveva diretto le prime due puntate, si fa sentire e dei miglioramenti ci sono stati. Nel complesso l’episodio mi è sembrato più compatto, anche se si soffre parecchio quando ci sono dei passaggi troppo veloci tra i personaggi. E’ bello stare un pò più su di loro, anziché vedere tante scenette una dietro l’altra. Difatti l’inizio è incoraggiante. Invece di vedere soltanto una situazione di Ned, ne vediamo più di una, gli siamo addosso, percepiamo la sua sofferenza. Se in fase di montaggio avessero messo Ned-Arya-Tyrion-Bran-Ned-Tyrion-Jon-Daenerys come è successo spesso nelle prime due puntate, non ci sarebbe il tempo materiale di capire le emozioni dei protagonisti. E infatti le psicologie che emergono maggiormente sono quelle di Ned, Arya (resa molto bene dalla giovane attrice) e Tyrion (interpretazione fighissima). Jon e Daenerys non si possono vedere, sono orrendi, mono espressivi, non capisco come abbiano fatto a sceglierli. La cosa mi preoccupa perché sono due personaggi non dico importanti, di più. Bello il passaggio di Robert che sfotte i Lannister. La cosa più brutta finora? Viserys, è reso malissimo, ma con venti personaggi che entrano e escono diventa davvero difficile entrare in quella psicologia contorta e depravata, il rischio macchietta è molto alto.

Annunci