Romanzo criminale – la serie

di emilz

“Romanzo criminale, la serie” che Sky ha mandato in onda qualche tempo fa, è sicuramente uno dei prodotti più interessanti fatti in Italia nel panorama televisivo, sempre più contorto e arrovigliato nel produrre  biografie di personaggi più o meno interessanti. L’impasto televisivo non si sente, ogni capitolo, sembra un piccolo film, conditi da una messa in scena molto cinematografica.

Secondo me anche meglio del film diretto da Michele Placido, forse lì in quel caso, poco cinematografico, più artificioso, maggiormente ricostruito, ma quello è un difetto che ho riscontrato anche ne “Il grande sogno”, probabilmente meno “sporco”, mentre questa serie, trasuda fortemente (forse perchè ha più spazio per raccontare), le gesta di questi criminali. L’unico personaggio piuttosto finto è Scaloja, interpretato da Marco Bocci, c’è da dire che anche Stefano Accorsi non era un granchè in questo ruolo.

L’unico difetto della serie è che riesce a creare empatia (quindi funziona alla grande) con i personaggi, e a Roma è diventato un vero e proprio “culto” per alcune fasce (trasversali) sociali.

Annunci