Io, come Toru Okada

di emilz

Chi è Toru? Uno dei personaggi nati dalla penna di Haruki Murakami. Ecco, io mi sento come lui; single, solitario, pensieroso, le persone che incontro nel mio cammino sono fugaci apparizioni, spesso mi lanciano dei segnali indecifrabili, piccoli messaggi da conservare e magari interpretare. Di frequente mi capita di uscire da solo, non me ne vergogno, mi piace, è un modo per osservare meglio gli altri, lo faccio già da un pò. Non ho grandi amicizie, probabilmente perchè nel tempo ne ho coltivate poche, quelle più importanti si sono smaterializzate (penso sia il miglior modo per mantenerle più salde), quindi, anche stasera m’è venuta voglia di uscire da solo. Anche perchè non avevo grandi alternative.

Volevo mangiare giapponese e poi andare al cinema. Così, mentre percorrevo la via, lo sguardo mi va a finire dentro una pizzeria a taglio, vicino casa mia. Lì ci lavora una ragazzetta di circa venti anni, orientale, forse cinese, è già un pò che ne sono rimasto folgorato, anzi mi fa proprio impazzire a dirla tutta, così mi sono fermato e ho mangiato della pizza. A servirmi è stata proprio lei, ha una voce tipica delle orientali (davvero simpatica), spesso gli lanciavo dei piccoli sguardi (spero non m’abbia preso per un maniaco). Comunque ho consumato la pizza in un’oretta, l’ho osservata per bene e non c’è niente da fare, sono pazzo di lei. Come al solito non ho ancora il coraggio di presentarmi, anche perchè cosa dovrei dire? “Ciao, mi piaci da morire”. – “Quanto sei bella, vuoi uscire con me?” – “Sono pazzo di te, usciamo stasera?”.  Oggi speravo che qualcuno la chiamasse per nome, invece niente, non so come si chiama. Insomma sono disperato. Comunque penso di andarci spesso. Voglio farle capire che mi piace. Sì, ma come? Una cosa è certa, la mia situazione da single sta cominciando a essermi stretta. Basta.

Finita la mangiata, l’ho salutata, lei ha fatto altrettanto, ma m’è sembrato un saluto di cortesia. Imbecille, cosa doveva fare, saltarmi addosso? Alla fine sono andato a vedere “Una notte da Leoni”, un filmetto sopravvalutato. Non ho fatto altro che pensare alla ragazza orientale che lavora alla pizzeria…

Annunci